Un nuovo appuntamento sulla lettura del tempo

A grande richiesta ecco il nuovo appuntamento sulla Lettura del tempo, giovedì 18 Gennaio 2024 alle ore 18.

L’incontro sulla Lettura del tempo, relazionato da Stefano Soprana, è contestualizzato all’interno di una interessantissima rassegna di incontri, musica ed eventi proprio con questa la tematica del “Tempo”. Questa rassegna si svolgerà nel Salone degli Zavatteri in Basilica Palladiana dal 16 Dicembre al 24 Febbraio 2024, all’interno della mostra “Caravaggio, Van Dyke, Sassolino”, che per i residenti in provincia di Vicenza è ad ingresso gratuito.

L’evento è stato anche registrato per permettere a chi non è riuscito a prenotare un posto, di poterlo visionare in diretta anche da casa.

Read More

Visita al museo del Gioiello con l’Inner Wheel Vicenza

In questi giorni siamo stati contattati da una socia dell’International Inner Wheel del 206° Distretto a Vicenza per accompagnare un gruppo internazionale di socie ad una visita al Museo del Gioiello di Vicenza. Il Signor Soprana ha argomentato nella “sala simbolo” del museo, i due importanti pezzi esposti che sono simbolo della nostra città: la Corona della Madonna di Monte Berico e il suo Pettorale.

Questi due affascinanti gioielli sono stati eseguiti dalla ditta Marangoni nel 1900 e restaurati nella nostra gioielleria dalle abili mani di Giovenzio Posenato e grazie al generoso intervento di Stefano Soprana hanno riconquistato il loro splendore proprio in occasione dell’anno giubilare, nella ricorrenza del centenario della solenne incoronazione.

 

CORONA DELLA MADONNA DI MONTE BERICO

Vicenza, 1900
Corona
Oro, oro bianco (metà oro, metà argento), diamanti, peridoto, ametista, rubini, zaffiri, perle, pietre colorate
ø 260 mm x h 340 mm
Comunità dei Frati dei Servi di Maria di Monte Berico

 

PETTORALE DELLA MADONNA DI MONTE BERICO

Pettorale della Madonna di Monte Berico
Vicenza, 1900
Pettorale
Oro, argento, diamanti, ametiste, zaffiro, perle, paste vitree
320 x 370 mm
Comunità dei Frati dei Frati Servi di Maria di Monte Berico


L’International Inner Wheel, Associazione femminile autonoma, con un’organizzazione e un suo proprio Statuto è da collocarsi accanto al Rotary in quanto si ispira a ideali, finalità, obiettivi rotariani. Il simbolo, la ‘Ruota interna’, sta a significarne la matrice rotariana, la condivisione nell’agire e nel servire secondo il modello e lo stile rotariano visto, che all’origine dell’Associazione, i legami di parentela con i Soci del Rotary conferivano il diritto di diventare Socie dell’Inner Wheel.

 

 


Il Libro ” La Corona della Madonna di Monte Berico”, edizioni Cora
a cura di Cristiano Seganfreddo e Marco Lovato e Stefano Soprana
contenente tutta la storia della Corona e del restauro
si può richiedere nella nostra gioielleria al prezzo di € 40,00.

 

RICHIEDI LIBRO

La lettura del tempo a Palazzo Chiericati

COMUNICATO STAMPA

La lettura del tempo, conferenza a Palazzo Chiericati sabato 28 ottobre ore 16.30

In occasione del cambio dell’ora previsto nella notte tra il 28 e il 29 ottobre, quando le lancette degli orologi dovranno essere spostate all’indietro di 60 minuti, passando così dall’ora legale all’ora solare, il salone d’onore del Museo civico di Palazzo Chiericati ospiterà la conferenza “Come religione, politica, trasporti e comunicazioni hanno cambiato nei secoli la lettura del tempo”.

L’appuntamento, ad ingresso libero fino ad esaurimento posti, organizzato da Soprana dal 1910 e associazione Pigafetta 500, in collaborazione con il Comune di Vicenza, è in programma

sabato 28 ottobre alle 16.30 e interverrà in veste di relatore Stefano Soprana.

L’appuntamento si configura come un viaggio nel tempo per comprendere come l’uomo ha misurato nei secoli la lettura del tempo.

La Torre Bissara ne è testimone perché in essa fu collocato nel 1378 uno dei primi orologi meccanici. Il Ferracina nel 1744 realizzò una misurazione del tempo unica nel suo genere, testimoniata anche dalla veduta della Torre nel quadro del Ferrari. Un’iscrizione del 1884 posta sul lato della Torre ricorda che Vicenza unificò la sua ora a quella di Roma.

Read More

Look Sposa Fashion Show

Domenica 1 ottobre 2023 saremo presenti in Villa Solatia per l’evento organizzato da Look Sposa.

Sarà un occasione per presentare i gioielli Damiani per il matrimonio, le fedi, uniche nel loro genere nelle tre colorazioni dell’oro e nel nobile materiale del platino.

Un anello da scegliere con cura, nell’augurio di tenerlo a sè per tutta la vita.

 

In questa giornata dedicata agli sposi vi saranno due sfilate di abiti della nuova collezione, alle 15 e alle 18:30.

A tutti i presenti all’evento, verrà consegnata una gift card per acquistare con sconti speciali l’occorrente per quella che sarà la vostra giornata indimenticabile tra catering, ristoranti, parrucchieri, make-up, fotografi, ecc.

L’evento si svolgerà in Villa Solatia, via stadio 16 a Rettorgole di Caldogno (VI)

ACCESSO PREVIA ISCRIZIONE AL LINK Look Sposa Fashion Show | Look Sposa

Gioielli Damiani dedicati all’Amore

Un’imperdibile occasione per ammirare e scegliere il gioiello Damiani che più ti conquista.

Dal 3 all’8 ottobre la nostra gioielleria esporrà un’ampia gamma delle collezioni di grande successo.

 

Collezioni che si riconoscono per l’ineguagliabile stile.

I gioielli Damiani vestono in ogni occasione, sono curate nei particolari e ogni singolo monile è rifinito a mano da un mastro orafo italiano.

Saranno esposti solitari, anelli nuziali e di fidanzamento che potranno accontentare ogni gusto.

Collierini e orecchini punto luce, i must have per tutti i giorni.

In vetrina il musterpiece Minou, l’anello solitario iconico di Damiani. La sua montatura pulita a sei griffe contorna in modo armonioso il diamante, e la coroncina sottostante crea un effetto ottico che ingrandisce la pietra.
Lo potrete ammirare in diverse carature e con diamanti a diverse caratteristiche.

 

E-Shop

 

 

 

 

Saranno presenti le collezioni  più gettonate da Margherita a Belle Epoque e Belle Epoque Reel,  a Mimosa e Notte di San Lorenzo con la nuove tecnologia Flexi integrata, e tanti altri pezzi unici che arricchiranno il vostro impareggiabile stile.

Margherita, completa nella sua gamma tra bracciali, anelli, orecchini e colierini, aggiunge ai suoi fiori in diamanti, ametiste e quarzi citrini una linea fresca che contorna la pietra preziosa centrale con smalti bianchi e lucenti.

Sarà anche un momento per pensare già alle vostre occasioni speciali, opzionando il gioiello a un prezzo d’eccezione.

Le collezioni damiani

 

 

 

margherita

 

Soprana e i 250 anni di botteghe orafe

Le botteghe orafe riprese in una incisione

Nel 1770 Cristoforo Dall’Acqua fotografa in una incisione le botteghe orafe sotto le logge Palladiane.

Nel 500 Vicenza è un comune importante anche per l’arte orafa con rappresentanti di spicco come Valerio Belli e la famiglia Capobianco, ma già nel 1339 documenti scritti parlano di botteghe orafe e della Fraglia degli orefici presenti a Palazzo della Regione (oggi Basilica Palladiana). Solo nel 1770, grazie a questa opera di Dell’Acqua, se ne avrà finalmente la prova visiva.

Read More

L’orologio di Garibaldi

Vicenza e l’orologio dell’Eroe dei Mille

L’orologio da tasca è stato restaurato da Stefano e Matteo Soprana, in un lungo ed accuratissimo lavoro di restauro che l’ha riportato all’antico splendore
Orologio Garibaldi

L’orologio di Garibaldi ha cassa in oro, è di costruzione svizzera, immancabilmente innovativo.

Un oggetto prezioso perché infatti la gente, all’epoca, per sapere che ora era ascoltava i campanili e gli orologi al tempo erano un lusso che potevano permettersi in pochi, borghesi e militari, come il generale Garibaldi.

Il suo orologio da tasca, conservato in cassaforte al Museo del Risorgimento e della Resistenza a Villa Guiccioli sopra Monte Berico, è stato restaurato dalla Gioielleria Soprana, in un lungo ed accuratissimo lavoro di restauro che l’ha riportato praticamente all’antico splendore.

Read More

Il Museo del Gioiello

Un museo dedicato all’Arte Orafa e alla Gioielleria Italiana

 

La Storia

Vicenza, si sa, è la Città dell’Oro,  in quanto vanta di produrre un terzo di tutta la lavorazione orafa italiana.
Fin dall’antichità, Vicenza è stata uno dei principali centri d’Italia per la produzione orafa: già nel 1400 era presente l’istituzione della Fraglia degli Orafi di Vicenza, associazione che comprendeva ben 150 artigiani.

Ma la vocazione di città dell’oro ha origini ben più antiche. Il suo inizio si attribuisce all’età paleoveneta, intorno all’ VIII sec. a.C., quando gli antichi veneti cominciarono ad esprimere un artigianato già in grado di produrre oggetti metallici lavorati di vario genere.

La fama di abili maneggiatori dell’oro e creatori di meraviglie non tardò a diffondersi nel territorio italiano, essendo subito apprezzata dai veneziani e successivamente dalla Chiesa, che affidava agli artigiani vicentini la creazione di manufatti preziosissimi. L’epoca tra la fine del XIII e il XV secolo offre interessanti lavori di oreficeria sacra: croci astili e processionali, preziosi calici, reliquiari che documentano lo sviluppo dell’arte orafa locale e sono attualmente conservati dalla Diocesi di Vicenza presso il Museo Diocesano di Vicenza.

Read More

La nostra Gioielleria sul New York Times

L’articolo del New York Times riporta un colpo d’occhio sulla realtà orafa Vicentina, dove il giornalista ha voluto immortalare le nostre vetrine sotto le volte del gioiello Palladiano.

Ciò che distingue Vicenza dagli altri due centri (Valenza e Arezzo) è il numero di fornitori di macchinari e attrezzature con sede dentro e intorno alla città, che promuovono il connubio di tecnologia e tradizione che ha aiutato le aziende nostrane a sopravvivere a decenni di globalizzazione.

Il New York times il 26 Maggio del 2023 esce con questo articolo su come Vicenza ha saputo diventare centro di riferimento orafo per tutto il mondo.

Quel mix di innovazione e tradizione è la chiave per il continuo successo dei gioielli made in Italy, ha affermato Marco Carniello, direttore della mostra globale della divisione Jewellery & Fashion di Italian Exhibition Group. L’azienda organizza Vicenzaoro, un evento semestrale che è la più grande fiera italiana di oreficeria e gioielleria per numero di espositori e partecipanti.

Il giornalista del New york Times intervista i CEO di aziende di grande pregio, riconosciute internazionalmente, come Marco Bicego e Fope , marchi scelti dalla nostra Gioielleria proprio per la loro continua ricerca di design ed innvazione e dell’inconfutabile presenza del tocco artistico dei maestri orafi.

“Ecco perché i gioielli italiani sono diversi, perché abbiamo il nostro patrimonio, sappiamo cosa è veramente speciale da noi e abbiamo anche la tecnologia per perfezionare la qualità. Ma l’ultimo tocco è sempre umano”. Claudia Piesarico (responsabile sviluppo prodotto presso Fope)

Per chi volesse leggere l’articolo completo del New York Times : ecco il link