Art Nouveau

Nell’ultimo decennio del XIX sec. si verificò una reazione all’onnipotenza del diamante e alla convenzionalità dei disegni; sotto la guida li Renè Lalique (1860-1945), alcuni gioiellieri incominciarono a dedicarsi all‘interpretazione idealizzata della natura, spezzando la tradizione.

Descritto in quegli anni come stile dalle  forme “moderne” e “stile giovane”, l’Art Nouveau si è focalizzata su temi naturali, il colore, la flora, la fauna, la fantasia, le forme femminili, e le scene sensuali, utilizzando il  tema generale delle linee curve. Trovato in molte soluzioni architettoniche e nei mobili d’epoca, lo stile Liberty ha anche influenzato tutta la nuova ondata di disegni dei monili.

I gioielli in stile Art Nouveau, noti anche come gioielli in stile Liberty erano destinati alla nuova classe borghese e caratterizzati da vari motivi come orchidee, viti, animali, farfalle, uccelli, cigni, serpenti, piume di pavone, creature mitologiche, fate femminili, ninfe, sirene e  forme femminili con i capelli lunghi.

L’oro era il materiale più usato, talvolta trattato per armonizzarsi con lo smalto e le pietre esotiche , ma poco care, scelte per la trasparenza ed il colore e non per il valore.

Infatti più che le gemme preziose, lo stile Liberty ha portato con sé una attenzione maggiore al lavoro dell’orefice il quale, in questo periodo, ha spesso avuto modo di esprimere al massimo la sua vena artistica dando vita a gioielli molto ricchi di dettagli: vere e proprie opere d’arte.

 

 

Raramente venivano utilizzate gemme particolarmente preziose: solitamente si preferivano pietre dai colori tenui come l’acquamarina e l’ametista; in alcuni casi si sceglievano piccoli brillanti. Il valore del gioiello in stile Liberty era dato, quindi, principalmente dalla decorazione e dal tipo di lavorazione che l’orefice aveva utilizzato nella sua realizzazione.
Tutti i gioielli venivano interpretati in questo stile: diademi e pettini per capelli, spille, collane , pendenti e bracciali, fibbie per cinture ed anelli. Si tralasciarono solo gli orecchini perchè era considerato barbaro farsi bucare le orecchie.

Alcuni dei gioiellieri  più amanti dello stile Liberty erano Georges Fouquet, Lucien Gautrait, Louis Comfort Tiffany (1848-1933) e René Jules Lalique (1860-1945). Con la prima guerra mondiale lo stile Art Nouveau lentamente cominciò ad affievolirsi ed è stato sostituito dalla moda più serio e cupa, e, infine, dallo stile Art Decò nel 1920.

 

WhatsApp